Recita della preghiera alla Madonna della Medaglia Miracolosa attraverso il Rosario

Preghiera della Medaglia Miracolosa: un culto ininterrotto da oltre 180 anni

Durante l’apparizione, Caterina Labouré riceve da Maria stessa l’ordine di coniare la medaglia.

Fa’ coniare una medaglia su questo modello, le persone che la porteranno al collo con fiducia, riceveranno grandi grazie!

Dopo qualche resistenza Caterina, ormai divenuta suora, riesce a distribuire le prime medagliette con l’aiuto delle consorelle e di Padre Aladel, confessore di Caterina.

Ma quali sono i riti e le preghiere legate a questo oggetto?

Ce ne sono molti e in particolare nell’articolo parleremo:
Della Supplica alla Madonna Miracolosa
Di altre preghiere e riti legati alla Medaglia

La Supplica alla Madonna Miracolosa

Questa preghiera viene recitata soprattutto il giorno in cui ricorre la festa liturgica della Medaglia, cioè il 27 Novembre.

Il testo, recitato con fede, invoca l’intercessione di Maria, che ha espressamente richiesto la coniazione della medaglia alla giovane Caterina Labouré.

O Vergine Immacolata della Medaglia Miracolosa, che, mossa a pietà delle nostre miserie, scendesti dal cielo per mostrarci quanta cura prendi alle nostre pene e quanto ti adoperi per allontanare da noi i castighi di Dio e ottenerci le sue grazie, soccorrici in questa presente nostra necessità e concedi le grazie che ti domandiamo.

Ave Maria.
O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te. (3 volte)

O Vergine Immacolata, che ci hai fatto dono della tua Medaglia, quale rimedio a tanti mali spirituali e corporali che ci affliggono, come difesa delle anime, medicina dei corpi e conforto di tutti i miseri, ecco che noi la stringiamo riconoscenti sul nostro cuore e ti domandiamo per essa di esaudire la nostra preghiera.

Ave Maria.
O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te. (3 volte).

O Vergine Immacolata, che hai promesso grandi grazie ai devoti della tua Medaglia, se ti avessero invocato con la giaculatoria da te insegnata, noi, pieni di fiducia nella tua parola, ricorriamo a te e ti domandiamo, per la tua Immacolata Concezione, la grazia di cui abbiamo bisogno.

Ave Maria.
O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a Te. (3 volte).

Altre preghiere e riti legati alla Medaglia

Fin dal suo esordio la Medaglia ebbe un enorme successo, poiché protesse la popolazione parigina allo scoppio di una aggressiva epidemia di colera nel 1832.

Negli anni seguenti coloro che si sono affidati a questo oggetto sono stati colmati di grazie. Anche alcuni grandi personaggi sia laici che religiosi del nostro secolo si sono affidati a questo segno, da Madre Teresa a Usain Bolt.

Anche Papa Giovanni Paolo II, visitando la Cappella di Rue du Bac nel 1980, per i 150 anni dalle apparizioni, espresse la sua personale preghiera alla Madonna della Medaglia.

“Ave o Maria, nella gloria di tuo Figlio, non cessi d’intercedere per noi, poveri peccatori. Vegli sulla chiesa di cui tu sei madre. Vegli su di ognuno dei tuoi figli. Ottieni da Dio, per noi, tutte quelle grazie che simboleggiano i raggi di luce che si irradiano dalle tue mani aperte.

L’unica condizione è che noi osiamo chiedertelo, che noi ci avviciniamo a te con la fiducia, il coraggio, la semplicità di un bambino. È così che ci conduci incessantemente verso il tuo Figlio divino.

In questo luogo benedetto, voglio ripeterti, oggi, la fiducia, l’affetto profondissimo di cui tu mi hai sempre fatto grazia. Totus tuus. Vengo come pellegrino, dopo tutti quelli che sono venuti in questa cappella in 150 anni, come tutti i cristiani che si accalcano qui ogni giorno per esprimerti la loro gioia, la loro fiducia e le loro suppliche.

Ti consacriamo le nostre forze e le nostre disponibilità per servire il disegno di salvezza operato da tuo Figlio. Ti preghiamo affinché, grazie allo Spirito Santo, la fede si approfondisca e si affermi in tutto il popolo cristiano, affinché la comunione vinca tutti i germi di divisione, affinché la speranza si ravvivi presso coloro che sono scoraggiati.

Noi ti preghiamo in particolar modo per le anime consacrate, per i padri e le madri di famiglia, per i bambini e i giovani, per gli anziani. Ti preghiamo per quelli che soffrono per una difficoltà particolare, fisica o morale, che conoscono la tentazione dell’infedeltà, che sono corrosi dal dubbio in un clima di scetticismo, per quelli che sono perseguitati a causa della loro fede.

Ti affidiamo l’apostolato dei laici, il ministero dei sacerdoti, la testimonianza dei religiosi. Ti preghiamo perché la chiamata alla vocazione sacerdotale e religiosa sia ampiamente sentita e seguita, per la gloria di Dio e la vitalità della Chiesa in questo paese, e nei paesi che aspettano sempre un aiuto missionario.

O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a te.”

– Dal discorso di Giovanni Paolo II durante la visita pastorale a Parigi e Lisieux, Libreria Editrice Vaticana, 1980 –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *